Giovanni Verazzano, 1524 - grandinavigatori

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giovanni Verazzano, 1524

I grandi navigatori
Staten Island
Giovanni da Verrazzano compì i suoi viaggi per conto della Francia in molte zone della costa atlantica degli Stati Uniti e del Canada.
E’ passato alla storia per la scoperta della baia di New York.

Fu uno dei 5 navigatori italiani dell'epoca delle grandi scoperte geografiche insieme a

    • Cadamosto  navigò sotto bandiera portoghese e      scoprì le isole di Capoverde

    • Colombo     navigò sotto bandoera spagnola e        scoprì le Antillle

    • Vespucci     navigò sotto bandiera francese            nell' America del sud

    • Caboto       navigò sotto bandiera inglese              nell' America del nord
4 navigatori
Verrazzano
Varrazzano


Verrazzano lasciò una descrizione dettagliata dei suoi viaggi nel nord America, ma poco sappiamo della sua vita.
Giovanni da Verrazzano nacque  in val di Greve , a sud di Firenze, intorno al 1485.

Faceva parte di una ricca famiglia fiorentina e, raggiunta la maggiore età, scelse la carriera di navigatore e si trasferì in Normandia a Dieppe. Effettuò numerosi viaggi nel mar Mediterraneo.

Nel 1523 fu inviato dal re di Francia Francesco I ad esplorare una zona fra la Florida e Terranova per cercare una nuova rotta per l'Oceano Pacifico.


Partito da Dieppe costeggiò il litorale spagnolo e attraversò l'Atlantico a bordo di una piccola caravella con una cinquantina di uomini. Nel 1524 sbarco’ sulla costa vicino a Cape Fear.
Dopo una breve sosta, continuò ad andare lungo la costa in direzione nord, al largo dell'odierna Carolina del nord.

Nella sua lettera a Francesco I  descrisse
Pamlico Sound come una grande insenatura che pensava fosse  l'inizio dell'oceano Pacifico, da cui accedere direttamente alle coste della Cina.
Egli scrisse che l'istmo era largo circa 1 miglio.
Ciò  fu all'origine di una duratura tradizione cartografica errata fino al XVIII secolo.

Le carte di Visconte di Maggiolo nel 1527 e di Girolamo da Verrazzano (fratello di Giovanni) nel 1529 mostravano il continente nordamericano diviso in 2 parti, unite da un piccolissimo istmo sulla costa atlantica.


Palmico sound
Successivamente arrivò alla baia di New York, gettò l'ancora nel Narrows, lo stretto fra Staten e Long Island, dove ricevette un gruppo di canoe dei nativi Lenape.

Qui osservò quello che credeva essere un grande lago di acqua dolce a nord della baia senza però riscontrare l'esistenza del fiume Hudson.

Proseguendo il suo viaggio verso nord, Verrazzano costeggiò Long Island, attraversò il Block Island Sound ed entrò nella baia di Naragansett, dove probabilmente incontrò il popolo Narragansett.
Seguì poi la costa verso nord nell'odierno Maine, nella Nova Scotia sudorientale per poi rientrare in Francia passando per New Foundland.

viaggio di Verrazzano
Più tardi Da Verrazzano fece altri due viaggi nelle Americhe.

La natura della morte dell'esploratore non è conosciuta con sicurezza:
    • secondo alcuni egli fu ucciso e divorato da cannibali, nel 1528, nel suo terzo viaggio nel Nuovo Mondo dai nativi delle Antille, forse a Guadalupa;
    • secondo altri fu catturato dagli Spagnoli e impiccato come pirata a Cadice.
Guadalupa Cadice
Ponte di Verrazzano

Sebbene Verrazzano sia stato uno dei primi europei ad aver esplorato la costa orientale del continente nordamericano, non ha avuto un riconoscimento come avrebbe meritato.

La scoperta di New York, per anni e’ stata attribuita ad Henry Hudson che vi arrivo’ però solo nel 1609.

Solo negli anni 1950 e 60 fu ristabilito il nome ell'esploratore toscano come primo scopritore della zona e gli fu dedicato il Verrazzano Narrows bridge.


puoi anche vedere

 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu