L'impero coloniale portoghese - grandinavigatori

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'impero coloniale portoghese

I grandi navigatori
Impero portoghese
L'Impero portoghese fu il primo impero coloniale mondiale della storia. Confinando con la sola Castiglia, il Portogallo non aveva altra scelta che espandersi attraverso i mari. Fu così che nacque il primo impero coloniale del XVI secolo.
La prima conquista fu quella di Ceuta (Marocco) nel 1415 con una poderosa forza navale, agli ordini del re Giovanni I del Portogallo. Enrico il navigatore, principe dell'Algarve, iniziò l'esplorazione delle coste africane  spingendosi oltre capo Bojador grazie a Gil Eanes nel 1434.

Dieci anni dopo le navi portoghesi sbarcarono sulle coste del Senegal, della Guinea, poi di Capo Verde, ed alcune persino su quelle della Sierra Leone. Tutte queste spedizioni organizzate dal principe Enrico il Navigatore, in cui le navi portoghesi esplorarono la costa occidentale dell'Africa, avevano l'obiettivo di mappare il territorio e di trovare merci (soprattutto oro e schiavi).
Nel 1487, Bartolomeo Diaz doppiò il Capo di Buona Speranza e nel 1498 Vasco da Gama raggiunse l'India, stabilendovi i primi avamposti portoghesi.

I portoghesi decisero perciò di creare diverse basi fortificate lungo la rotta orientale per l'India, dando inizio ad una espansione piuttosto aggressiva. Lungo le coste dell'Africa orientale, diversi piccoli stati musulmani (Mozambico, Kilwa, Brava e Mombasa) furono distrutti o divennero alleati del Portogallo.
Il Brasile venne scoperto nel 1500 da Pedro Álvares Cabral, e la colonizzazione vera e propria iniziò intorno al 1530.

Benché all'inizio fosse considerato meno importante dei territori asiatici, il Brasile divenne poi la colonia più importante dell'impero, dalla quale i portoghesi potevano esportare oro, gemme preziose, zucchero, caffè e altri prodotti agricoli.
Nell'Oceano Indiano, una delle navi di Pedro Álvares Cabral, scoprì il Madagascar, che fu poi parzialmente esplorato da Tristão da Cunha (1507); Mauritius fu scoperta nel 1507, Socotra venne occupata nel 1506 e, nello stesso anno D. Lourenço d'Almeida visitò Ceylon.

L'impero portoghese in Oriente venne riconosciuto con il Trattato di Tordesillas. I portoghesi stabilirono poi basi commerciali e avamposti a Goa, Malacca, nelle Molucche, a Macao e Nagasaki. Costretti a difendere le loro rotte commerciali sia dagli europei che dagli asiatici, i portoghesi dominavano non soltanto i commerci tra Asia e Europa, ma anche quelli tra le varie regioni asiatiche, tra cui India, Indonesia, Cina, e Giappone.
I viaggi di Enrico il navigatore
Viaggio di vasco de Gama
Viaggio di Cabral
Trattato di Tordesillas
potte anche vedere
imbarcazioni
ed i grandi navigatori portoghesi o che navigarono per il Portogallo
Enrico il navigatore
Cadamosto
Vasco de Gama
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu